In vendita la casa del grande architetto Ieoh Ming Pei

Pubblicata il 27/12/2019

A pochi mesi dalla morte del suo proprietario e ideatore, stata messa in vendita l’ultima casa in cui ha vissuto il famoso architetto americano di origini cinesi Ieoh Ming Pei, a un prezzo di 8 milioni di dollari (circa 7,2 milioni di euro).

Celebre per aver realizzato opere di grande valore artistico e architettonico come la Piramide del Louvre, monumento iconico della città di Parigi, e la Biblioteca JFK di Washington D.C., questo architetto ha lasciato un segno importantissimo nel suo settore e anche la villa messa in vendita rappresenta un’espressione del suo genio artistico e un’eredità del suo grande lavoro.

Vuoi vendere casa?
Con Dove.it vendi la tua casa a
ZERO COMMISSIONI

Chi era Ieoh Ming Pei

Nato a Canton (Cina) nel 1917, Ieoh Ming Pei è stato naturalizzato americano e ha realizzato opere architettoniche in tutto il mondo. Morto nel maggio scorso alla veneranda età di 102 anni, Ieoh Ming Pei era considerato uno dei maestri dell’architettura moderna, tanto che nel 1983 era stato insignito del prestigioso premio Pritzker, uno dei riconoscimenti maggiori in questo ambito artistico. Autore di numerosi progetti riconosciuti a livello internazionale, la sua opera più importante è stata certamente l’iconica piramide di cristallo del Museo del Louvre a Parigi, diventata un vero e proprio simbolo della città e che lo ha incoronato a star del panorama architettonico.

La sua casa

Un progetto d’amore dell’architetto è stata ovviamente la sua abitazione privata, una villa che ha voluto curare in tutti i minimi dettagli, creando un ambiente perfetto per sé e per la sua famiglia e contemporaneamente esprimendo a pieno il suo genio creativo.

Se l’esterno dell’edificio in cui è situata l’abitazione non è stato mai rimodellato dall’architetto, è all’interno che Ieoh Ming Pei ha sfogato tutta la sua vena artistica, ricreando ambienti innovativi, accoglienti e ordinati nei quattro piani che compongono l’abitazione. In contrasto con l’esterno tradizionale, l’interno presenta poi molti elementi di rottura con gli schemi normalmente usati dagli architetti d’interni, con un’attenzione fortissima per i particolari e i dettagli. L’aspetto più originale presente all’interno della casa è certamente la grande scala a chiocciola con lucernario piramidale che collega i quattro livelli.

Fiore all’occhiello dell’abitazione, poi, è il grande giardino privato, che dà direttamente sul fiume, creando una bellissima commistione fra interno ed esterno e donando una grande tranquillità all’abitazione, nonché un’ottima illuminazione, data anche dalla presenza di grandi finestre.

Arredata con uno stile minimalista e arricchita da particolari di design e inserti e richiami in marmo, l’abitazione dispone di saloni, aree studio, quattro stanze da letto e cinque bagni.

Ieoh Ming Pei si era trasferito con la sua famiglia nella casa, situata a Sutton Place, nell’East River di Manhattan a New York, nel 1974 e vi ha vissuto sino al momento della sua morte.