Decreto semplificazioni: le novità a livello immobiliare

Pubblicata il 03/05/2021da Redazione

Nella bozza del Decreto sulle semplificazioni sono state inserite diverse misure che incideranno sul settore immobiliare. La maggior parte di queste riguarderanno il Superbonus 110 e la possibilità di estenderlo ad ulteriori fasce della popolazione.

Vediamo insieme quali sono le principali misure.

Dove.it è un'agenzia immobiliare online che si affida alla tecnologia e ai migliori agenti sul territorio per garantire ai propri clienti una corretta valutazione immobile e per vendere casa online al miglior prezzo e nel minor tempo possibile. Semplificando i processi è in grado di offrire un servizio a ZERO commissioni per chi vende mantenendo al centro della sua offerta la relazione umana tra clienti e agenti tramite le sue agenzie immobiliari sul territorio.

La proroga del Superbonus 110

La prima misura più importante è la proroga del Superbonus 110 al 2023.

All’interno del Decreto è stata inserita quindi la possibilità di promuovere degli interventi di riqualificazione energetica e la possibilità di prorogare il regime di agevolazione dal 30 giugno 2022 al 31 dicembre 2023. La proroga viene considerata valida anche per interventi su edifici composti da due a quattro unità immobiliari accatastate realizzate da condomini o persone non rientranti nell’attività di impresa.

Sai quanto vale la tua casa?
Ottieni una valutazione gratuita e immediata dai nostri esperti

Il condono edilizio e lo stato legittimo dell’immobile

Sempre per il Superbonus un tema importante è la possibilità di usufruire del Superbonus per tutti quegli immobili che hanno attualmente un condono edilizio in corso.

La proposta contenuta nel decreto mira ad aggiungere un nuovo comma (13-quater) che disciplini un procedimento per permettere l’accesso al Superbonus a tutte quelle abitazioni che non hanno ancora ricevuto risposta per il condono edilizio.

Una difficoltà ulteriore riscontrata da alcuni edifici riguarda gli edifici plurifamiliari che presentano situazioni di irregolarità urbanistica. L’irregolarità di una singola unità immobiliare impedisce a tutte le altre unità immobiliari di ottenere la certificazione di “stato legittimo” dell’immobile e accedere alla detrazione fiscale. La proposta è di tenere separati quelle unità non in regola e permettere alle altre unità immobiliari di usufruire della detrazione.

Lo stesso principio deve essere fatto valere per gli interventi sulle parti comuni. Le irregolarità di una parte non possono pregiudicare quelle non realizzate da altri.

Definizione impianto termico Superbonus

In Italia un numero elevato di abitazioni è privo di impianti termici fissi.

Per permettere di accedere alle agevolazioni queste abitazioni, la proposta è quella di riformulare la definizione dell’impianto termico nel seguente modo: “per impianto termico si intende qualsiasi apparecchio, anche non fisso, finalizzato alla climatizzazione invernale degli ambienti”.

Alberghi e pensioni

Gli interventi del Superbonus hanno l’obiettivo di promuovere la realizzazione di interventi per l’isolamento termico di abitazioni.

La proposta è quella di estendere il Superbonus 110% per la classe catastale D/2 “Alberghi e pensioni” e di tutte le disposizioni contenute nei commi da 1 a 8. In questo modo si mira ad incentivare gli interventi di ristrutturazione in tutti quegli edifici che sono state colpiti in misura notevole dalla pandemia da Covid-19.

Vuoi vendere casa?
Dove.it vende la tua casa al miglior prezzo, in poche settimane e a ZERO COMMISSIONI

Condividi questa notizia:

Vuoi sapere quanto vale la tua casa?