Preparare casa al servizio fotografico per l’annuncio di vendita immobiliare

Pubblicata il 30/07/2020
preparare casa shooting

Quando si vuole vendere casa, presentare il proprio immobile al meglio, conoscere i trucchi su come scrivere un annuncio immobiliare efficace e ben comunicativo e saper presentare la proprietà con foto adatte è fondamentale. Promuovere la propria casa nel modo giusto, infatti, contribuirà in modo significativo alla possibilità di venderla, attirando chi vuole comprare casa più facilmente.

Se ci si rivolge a un’agenzia immobiliare l’incombenza di scrivere l’annuncio di vendita da proporre sui portali immobiliari e scattare le fotografie di presentazione dell’immobile ricade sull’agenzia, ma anche i proprietari hanno un compito importante: nel momento in cui verranno scattate le foto (sia nel caso in cui a farlo sia l’agente immobiliare che un fotografo professionista), la casa dovrà essere presentata al meglio.

Come fare, quindi, per preparare la propria abitazione a un servizio fotografico? Ecco tutti i consigli utili.

Vuoi vendere casa?
Con Dove.it vendi la tua casa a
ZERO COMMISSIONI

Homestaging: di cosa si tratta?

L’homestaging è una tecnica di marketing immobiliare che ha come fine il valorizzare al meglio gli ambienti di una proprietà per agevolarne la vendita, effettuando minimi interventi estetici agli ambienti. Migliorando anche solo qualche piccolo dettaglio, la casa risulta infatti subito più appetibile, sia nella fase di scatto delle fotografie promozionali che per quella successiva delle viste, in cui è altrettanto importante che la proprietà sia presentata al meglio.

Sono numerosi i professionisti che si occupano di homestaging, ma con qualche piccolo accorgimento anche i proprietari degli immobili possono riuscire a fare la differenza.

Pulizia e ordine

Il consiglio primario per preparare al meglio la casa per lo shooting fotografico è quello di presentare un immobile in tutto e per tutto pulito e ordinato, sia all’interno dell’appartamento che in tutte le pertinenze e aree esterne - balconi, terrazzi, giardini, ma anche cantine e garage, che vanno presentati altrettanto curati e ben tenuti.

Presentare un immobile in disordine, infatti, fa percepire la casa come trasandata, mal tenuta e svaluta gli ambienti anche quando questi possono avere in realtà un grande potenziale. Al contrario, vedere nelle foto una casa ordinata, con superfici pulite e sgombre dà subito una sensazione più positiva. Vietato, quindi, lasciare oggetti sparsi per la casa, prodotti per la cucina e per il bagno in bella vista, vestiti, utensili e giocattoli al di fuori di armadi e cassetti: meglio riporre tutto al chiuso, così da evitare di trasmettere un’aria trasandata e l’idea che la casa sia ingombra di oggetti.

Eliminare il superfluo

Nel momento in cui vengono scattate le foto promozionali dell’abitazione, è sicuramente meglio rimuovere tutto ciò che può dare una sensazione di eccessivo riempimento degli ambienti.

Se è vero, infatti, che ognuno ha un gusto personale nell’arredamento e c’è chi ama collezionare oggetti e circondarsi di ricordi, nel momento in cui si promuove la propria casa per la vendita è importante fare in modo che i potenziali acquirenti possano visualizzarsi al suo interno e la presenza di molti oggetti personali può distrarre da questo obiettivo.

Inoltre, la presenza di soprammobili, giocattoli, complementi d’arredo e così via fa sembrare gli ambienti più piccoli, in quanto più pieni di oggetti. Per dare una sensazione di maggiore apertura e valorizzare al meglio i reali spazi di un ambiente, quindi, è meglio optare per uno stile più minimale.

No a foto e oggetti troppo personali

Fra gli elementi che vanno eliminati per preparare l’immobile al servizio fotografico rientrano anche tutti quei dettagli che possono rimandare in modo troppo diretto alla vita personale dei proprietari della casa, un aspetto importante non solo ai fini dello shooting, ma anche per salvaguardare la privacy degli attuali inquilini dell’immobile, dal momento che le foto della casa saranno poi diffuse sui portali immobiliari, accessibili a un pubblico molto ampio.

Via, quindi, fotografie di famiglia, ma anche poster e quadri a sfondo politico o religioso, che possono risultare divisivi.

Valorizzare la luce

Un altro elemento importante da tenere in conto è la luce, poiché un immobile luminoso e arioso risulterà immediatamente più attrattivo. Per assicurarsi di avere foto luminose e ben esposte sarà in primo luogo importante scegliere un momento della giornata consono, in cui l’appartamento può essere maggiormente valorizzato dalle condizioni ambientali. Sarà poi fondamentale tenere ben aperte tende e tapparelle per approfittare di ogni raggio di sole.

Per gli ambienti che non sono illuminati da luce naturale o che ricevono un’illuminazione minore, optare per buone lampadine a led con luce calda può essere un’ottima soluzione alternativa.

Piccole ristrutturazioni

Per presentare al meglio un immobile, sia nella fase di scatto delle foto che poi in quella successiva delle visite, può essere utile valutare piccoli interventi di ristrutturazione o comunque interventi “cosmetici”, che, anche con una spesa minima, possono subito fare la differenza nel modo in cui viene percepito un immobile.

Con interventi anche molto semplici come il riempimento di una crepa o di un buco, l’eliminazione o la sostituzione di complementi d’arredo rovinati, una passata di bianco fresco su muri prima ingialliti o rovinati dal tempo, una casa magari più datata può subito risultare fresca e meglio mantenuta.

Condividi questa guida:

Vuoi vendere al miglior prezzo?