Come rendere la casa smart: tutti i consigli utili

Aggiornata il 09/11/2020da Redazione
consigli casa smart

Le nuove tecnologie sono sempre più presenti nella vita di tutti i giorni di ognuno di noi e anche in ambito domestico sono numerose le innovazioni che, negli ultimi anni, stanno permettendo di rendere la propria casa sempre più smart, installando dispositivi di ultima generazione e impianti di domotica, che permettono di automatizzare e controllare al meglio molte delle funzioni della gestione quotidiana di un’abitazione.

Rendere la propria casa smart è quindi un modo per vivere in un ambiente più confortevole e moderno e, nel caso si progettasse di vendere casa, anche per aumentarne il valore, poiché certamente un immobile che può offrire tutta una serie di nuove tecnologie, in sede di valutazione immobile per stabilirne il prezzo di vendita, risulterà certamente più competitiva.

Nel concreto, quali possono essere quindi delle modalità per rendere più smart la propria casa?

Dove.it è un'agenzia immobiliare che si affida alla tecnologia e ai migliori agenti sul territorio per garantire ai propri clienti una corretta valutazione e la vendita della casa al miglior prezzo e nel minor tempo possibile. Semplificando i processi è in grado di offrire un servizio a zero commissioni per chi vende mantenendo la relazione umana tra clienti e agenti al centro della sua offerta.

Capire dove intervenire

In primo luogo, è importante capire quali possono essere i sistemi tecnologici e di domotica che possono essere più adatti alle proprie esigenze domestiche. Poiché alcuni di questi interventi di miglioramento della qualità abitativa possono essere anche onerosi, può essere molto utile effettuare una verifica preliminare, osservando da vicino la propria vita familiare, le azioni che si svolgono ogni giorno e in che modo queste potrebbero essere eventualmente aiutare o migliorate da un impianto domotico di qualche genere.

In particolare, analizzare abitudini e necessità frequenti e giornaliere può aiutare a determinare come rendere la casa smart in base alle proprie esigenze e desideri. Comparandole poi con le proprie disponibilità di spesa, si potrà decidere su quali interventi orientarsi.

Scegliere elettrodomestici di qualità

Un primo modo per rendere la propria casa più smart è quello di puntare sull’acquisto di elettrodomestici di di ultima generazione, possibilmente di classe energetica A+, A++ o A+++. Questo, oltre a permettere di avere una casa più efficiente dal punto di vista del risparmio energetico, permetterà di avere anche dispositivi che possono essere dotati delle giuste tecnologie per essere, ad esempio, controllati e programmati attraverso lo smartphone.

Dispositivi di controllo dell’aria

Un altro classico per quel che riguarda gli interventi utili per rendere una casa smart è quello che vede l’installazione di dispositivi per il controllo della qualità dell’aria e filtri d’aria intelligenti. Poter godere di una buona qualità dell’aria è un elemento sempre più importante per la quotidianità delle persone - specialmente per chi vive nelle grandi città e alla luce delle nuove esigenze emerse in seguito all’epidemia di coronavirus - e la domotica in questo senso dà la possibilità di regolare al meglio e di tenere sotto controllo la qualità dell’aria delle abitazioni.

Per farlo esistono depuratori di vario genere, che hanno lo scopo di pulire l’aria filtrandola da polvere, tossine e altri agenti dannosi. Anche in questo caso, i dispositivi di ultima generazione possono essere controllati da remoto tramite smartphone.

Domotica per l’automazione

Una delle caratteristiche peculiari delle case smart è il fatto che puntino molto sulla possibilità di semplificare la vita di chi le abita tramite l’automazione di molte operazioni. Le innovazioni tecnologiche da questo punto di vista sono quasi quotidiane e i modi per automatizzare diversi aspetti della gestione domestica sempre più numerosi.

Per fare qualche esempio di questa specifica categoria, si possono acquistare ad esempio lampadine intelligenti, di cui si può programmare l’orario di accensione e spegnimento e l'intensità della luce, tapparelle automatiche di cui si può regolare l’apertura e la chiusura, sistemi d’allarme e dispositivi di sicurezza che si attivano in determinate circostanze scelte dai proprietari dell’immobile, lavatrici che si possono controllare dallo smartphone.

Smart hub di controllo

Specialmente se si hanno diversi dispositivi di domotica, può essere poi utile pensare di acquistare uno smart hub, in modo da poter avere un controllo più stretto su tutti i vari elementi della casa, ad esempio gli accessori intelligenti e gli impianti di controllo di termostato, qualità dell’aria, elettrodomestici e così via. In questo modo, si potrà monitorarne aspetti come gli orari di accensione e spegnimento, i programmi da utilizzare e tutti i diversi dettagli del loro funzionamento.

Inoltre, dispositivi di questo tipo, attraverso il comando vocale, permettono di comunicare con assistenti virtuali al fine di ricevere informazioni di vario genere, ascoltare musica, consultare il meteo, aggiornare l’agenda e molto altro.

Timer per l’ottimizzazione

Infine, grazie alla domotica, è possibile ottimizzare di molto la vita quotidiana. Molte delle azioni che si compiono in casa sono ripetitive e legate dall’abitudine, ma all’interno delle case smart tutte queste operazioni possono essere automatizzate o controllate più facilmente da remoto o attivate da un comando vocale. Questo consente quindi di ottimizzare spazi e tempi della vita domestica, concedendo a chi vive in una casa smart la libertà da piccoli fattori di stress e di avere la mente più libera.

In questo senso, impostare timer per l’accensione e lo spegnimento degli impianti di casa, con impostazioni predeterminate in base al contesto, si potrà sfruttare la tecnologia per semplificare ulteriormente la vita quotidiana.

Condividi questa guida:

Vuoi vendere al miglior prezzo?