Risparmio energetico: i consigli per avere una casa più efficiente

Pubblicata il 07/10/2020
consigli risparmio energetico casa

L’attenzione all’ambiente e alla sostenibilità sono tematiche sempre più importanti nella vita di tutti e anche a livello domestico sono esigenze molto sentite. In questo senso, riuscire ad avere una casa più efficiente dal punto di vista energetico può essere un passo molto importante, così come tutti quei piccoli e grandi accorgimenti che possono rendere una casa ecosostenibile. Migliorare le prestazioni energetiche di un immobile, poi, non è solo un’ottima decisione dal punto di vista del rispetto dell’ambiente, ma anche un modo per risparmiare sui consumi in bolletta.

Avere una casa più efficiente può essere sia un aspetto positivo per chi deve vendere casa, che può aumentare il valore dell’immobile prima di venderlo, che per chi deve comprare casa, che potrà quindi abitare in una proprietà ad alta efficienza.

Vediamo quindi alcuni consigli pratici e utili per rendere un’abitazione più efficiente dal punto di vista energetico.

Definizione di risparmio energetico

In primo luogo, definiamo in modo chiaro di cosa si parla quando si cita il concetto di risparmio energetico.

Il risparmio energetico comprende tutta quella serie di attività virtuose che vengono attuate ai fini di limitare lo spreco di energia e aumentare l’efficienza delle abitazioni, includendo comportamenti che sono finalizzati a limitare i consumi energetici.

Quanta energia consumiamo?

Prima di effettuare degli interventi specifici, è importante innanzitutto sapere quanta energia si consuma e quali sono gli aspetti della propria abitazione che possono essere efficientati.

Per avere un’idea più precisa dei consumi e dell’efficienza di una casa, uno strumento fondamentale è l’attestato di prestazione energetica: dopo essersi accertati del livello di prestazioni della propria casa, sarà più facile scegliere su quali ambiti è necessario intervenire e quali, invece, sono già magari a un buon livello di risparmio.

Corretto isolamento

Passando ai consigli pratici, un primo modo per rendere la casa più efficiente e per aumentare il risparmio energetico è assicurarsi che l’abitazione sia correttamente isolata. Non avere, infatti, dispersione di calore e fresco permette di consumare meno energia per riscaldare o raffreddare gli ambienti.

Per ottenere un corretto isolamento termico, gli accorgimenti possono essere diversi:

  • controllare lo stato degli infissi e dei muri, isolando tutte le eventuali fessure e spifferi

  • installare finestre a doppio o triplo vetro: poiché le finestre sono fra le principali “vie di fuga” del calore, questa soluzione è un ottimo investimento e oltre a proteggere dal freddo e dal caldo è anche un buon modo per ridurre il rumore

  • abbassare completamente le tapparelle e serrare le imposte di notte, così da aumentare l’effetto barriera

  • installare un termostato intelligente e di ultima generazione, tramite cui gestire gli orari di accensione del sistema di riscaldamento, evitando di sprecare energia quando non è necessario farlo, oltre che l’adozione di un sistema di riscaldamento più efficiente e meno costoso (ad esempio rendendosi autonomi dall'impianto condominiale, utilizzando il teleriscaldamento e le valvole)

  • utilizzare il condizionatore solamente quando veramente necessario

Attenzione all’energia elettrica

Un altro aspetto importante legato ai consumi energetici nelle nostre case è l’illuminazione e l’utilizzo di energia elettrica in generale. Ecco qualche consiglio per risparmiare energia e rendere più efficiente questo comparto:

  • utilizzare lampadine a risparmio energetico o lampade a led, che consumano l’80% in meno e durano in media 25 volte di più di quelle a incandescenza

  • non utilizzare l’illuminazione artificiale quando non è necessario, ma privilegiare quella naturale

  • scegliere le lampadine in base alle reali esigenze, evitando eccessivi livelli di illuminazione (e quindi un consumo maggiore)

  • evitare di mantenere apparecchi elettrici in stand by, privilegiando ad esempio l’utilizzo di multiprese, che possono poi essere spente con un unico tasto, evitando di mantenere in stand by numerosi dispositivi

  • nel momento in cui si devono cambiare o acquistare nuovi elettrodomestici, prediligere quelli moderni e a più alta resa energetica, un investimento iniziale che viene ricompensato nel tempo con consumi più contenuti

Approfittare dei bonus statali

Poiché il tema del risparmio energetico è diventato così importante nel dibattito pubblico, sono moltissimi i bonus e le agevolazioni fiscali disponibili per chi realizza importanti interventi di miglioramento di un immobile (sia abitazione privata che condominio). Un ottimo modo, quindi, per aumentare il risparmio energetico della propria casa e contemporaneamente risparmiare è quello di controllare gli interventi coperti dai vari bonus.

Alcuni esempi di attività che migliorano le prestazioni energetiche e l’efficienza di un edificio che possono essere effettuati beneficiando di agevolazioni statali sono i seguenti:

  • miglioramento termico di un edificio, con l’installazione di un cappotto termico esterno, che permette di migliorare la coibentazione di un condominio o di una proprietà, permettendo quindi un minor consumo di energia per riscaldare o raffreddare gli ambienti

  • installazione di impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica e per riscaldare l’acqua

  • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con soluzioni più moderne ed efficienti

  • riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento

  • sostituzione della caldaia e installazione di valvole termostatiche, per diminuire i consumi e controllare meglio le temperature interne degli ambienti

  • installazione di impianti di domotica per il controllo dei sistemi di riscaldamento e raffreddamento

Condividi questa guida:

Vuoi vendere al miglior prezzo?