DPCM 3 novembre 2020: nessuna restrizione per gli agenti immobiliari

Pubblicata il 06/11/2020da Redazione
dpcm 3 novembre immobiliare

Secondo quanto confermato dalla FIAIP (Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali), il nuovo DPCM 3 novembre 2020 non andrà a modificare in alcun modo le attività delle agenzie immobiliari sul territorio.

Il nuovo decreto, entrato in vigore a partire da oggi 6 novembre 2020, contenente tutte le nuove misure per fronteggiare l’emergenza sanitaria dovuta all’epidemia di coronavirus che ha colpito l’Italia, infatti, non contiene indicazioni specifiche riguardanti l’attività degli agenti immobiliari.

Vuoi vendere casa?
Con Dove.it vendi la tua casa a
ZERO COMMISSIONI

Le agenzie operano normalmente

Come detto, la FIAIP conferma che le agenzie immobiliari possono continuare tranquillamente a operare e svolgere le attività di mediazione immobiliare senza particolari nuove restrizioni.

Inoltre, è importante precisare che questo vale su tutto il territorio italiano, con l’immutata possibilità di operare per gli agenti immobiliari indipendentemente dalla categoria di rischio (rossa, arancione o gialla) in cui è inserita la regione in cui si opera. Trattandosi infatti di spostamenti dovuti al lavoro, questi rimangono giustificati anche nelle aree in cui il rischio è considerato maggiore.

Da parte degli agenti immobiliari, quindi, sarà possibile continuare a svolgere appuntamenti di valutazione immobile e appuntamenti di visita, seguendo le norme che sono entrate nell’uso comune per la prevenzione dal contagio e le disposizioni locali, ad esempio munendosi di autocertificazione per giustificare i propri spostamenti per lavoro.

I potenziali compratori possono fare le visite rispettando il metro di distanza, dotandosi della mascherina e compilando l’autocertificazione.

I compratori, per compilare in modo corretto l'autocertificazione, devono selezionare come motivo dello spostamento l’opzione “altri motivi ammessi dalle vigenti normative ovvero dai predetti decreti, ordinanze e altri provvedimenti che definiscono le misure di prevenzione della diffusione del contagio” e scrivere nella causale “visita con finalità di acquisto”.

Rispetto delle regole già in vigore

Il nuovo decreto, che avrà validità fino al 3 dicembre 2020, non contiene quindi misure che si rivolgono in maniera specifica a chi svolge l’attività di mediazione immobiliare, dando alla categoria la possibilità di continuare a svolgere il proprio lavoro secondo le modalità sviluppate negli scorsi mesi.

Rimangono quindi in vigore tutte le regole di buon senso e le normative vigenti che nei mesi precedenti hanno caratterizzato lo svolgimento della professione: mantenere il distanziamento sociale nella relazione con i clienti, igienizzare le mani, indossare i dispositivi di protezione individuale e, quando possibile, preferire modalità di comunicazione e di svolgimento delle attività a distanza.

Poiché con l’avanzare della situazione epidemiologica potrebbero esserci delle modifiche, comunque, raccomandiamo di verificare e tenere d’occhio le eventuali ordinanze comunali e regionali, a cui faranno nel caso riferimento delle nuove misure restrittive messe in campo.

Condividi questa notizia:

Vuoi vendere al miglior prezzo?