Vendere casa con figli minorenni: come fare

Aggiornata il 22/01/2021da Redazione
Vendere la casa con figli minorenni è una situazione che si può presentare in caso di separazione o in altre situazioni. Una delle richieste più frequenti è sapere se sia possibile vendere casa senza il consenso dei figli. Questo argomento presenta diverse casistiche riguardo il vendere casa con figli minorenni o maggiorenni ed è necessario fare le dovute distinzioni.
Dove.it è un'agenzia immobiliare che si affida alla tecnologia e ai migliori agenti sul territorio per garantire ai propri clienti una corretta valutazione e la vendita della casa al miglior prezzo e nel minor tempo possibile. Semplificando i processi è in grado di offrire un servizio a zero commissioni per chi vende mantenendo la relazione umana tra clienti e agenti al centro della sua offerta.

Usufrutto sui beni dei figli minorenni

Nel caso di figli minorenni, i genitori hanno l’usufrutto legale sui beni del figlio minorenne fino al momento in cui compie i 18 anni. Le abitazioni di questo tipo solitamente provengono da donazioni o da eredità.

I genitori possono quindi godere dei frutti del bene senza poterne però disporne la vendita. L’immobile può essere quindi dato in locazione. Per legge i frutti percepiti hanno l’obbligatorietà di essere destinati al mantenimento della famiglia e non utilizzati solo per fini propri.

L’usufrutto legale può appartenere ad un singolo genitore nel caso in cui eserciti la responsabilità genitoriale in modo esclusivo. Ogni singolo genitore inoltre può amministrare in modo disgiunto l’usufrutto e può compiere tutti quegli atti di ordinaria amministrazione che non incidano sulla consistenza del patrimonio e non ne diminuiscano il suo valore. Nel caso di perdita della potestà genitoriale, il genitore perde automaticamente il diritto di esercitare l'usufrutto legale.

Vendere casa di proprietà dei figli minorenni

È possibile vendere casa una casa ereditata da minori?

I soggetti preposti ad autorizzare la vendita di un immobile sono:

  • Il tribunale del luogo dove sia stata aperta la successione fino al momento in cui i beni non siano acquisiti completamente dal minore
  • il giudice tutelare per tutti quei beni che si considerino acquisiti all’interno del patrimonio del minore

Nel caso di conflitto di interessi di carattere patrimoniale, il giudice tutelare può nominare per i figli un curatore speciale. Il curatore speciale avrà pieni poteri per atti di ordinaria amministrazione, mentre per quelli di carattere straordinario sarà necessaria l’autorizzazione del giudice.

Vendere casa di proprietà dei figli maggiorenni

Nel caso di figli che abbiano raggiunto la maggiore età, la legittimazione a cedere il diritto di proprietà è in capo solo ai figli. I genitori non hanno alcun potere in merito alle loro decisioni e non possono ottenere un corrispettivo dalla vendita dell’immobile. Raggiunta la maggiore età l’usufrutto legale non ha quindi più validità.

Nel caso in cui i genitori fossero comproprietari dell’immobile, sarà necessaria l’approvazione da parte di tutti i proprietari per la vendita dell’immobile.

Vendere casa intestata ai genitori

Se la casa è intestata ai genitori, è possibile vendere la casa senza il consenso dei figli. Il titolare di un bene che abbia raggiunto la maggiore età, ha il completo diritto di alienare il bene. In questo caso non è necessario richiedere l’approvazione dell’operazione da parte del giudice tutelare.

Nel caso di donazione è necessario tenere in considerazione le quote minime di eredità che spettano per legge ai legittimari. La quota di eredità indisponibile è decisa dal legislatore per evitare di ledere i diritti dei parenti più stretti.

Vendere casa appartenente ad un fondo patrimoniale

L’ultima casistica da affrontare è il caso in cui l’immobile sia stato inserito all’interno di un fondo patrimoniale. Nel caso di figli minorenni è necessaria l’autorizzazione del giudice per vendere la casa. Il ricavato della vendita deve essere destinato inoltre agli interessi dei minori.

La casa può essere venduta senza autorizzazione se nell’atto costitutivo è prevista una clausola con la possibilità di alienare il bene senza l’approvazione del giudice.

Condividi questa guida:

Vuoi vendere al miglior prezzo?