Imu 2020: cancellato il pagamento della seconda rata

Pubblicata il 26/10/2020da Redazione
seconda rata imu 2020 cancellata

Nella conferenza stampa di presentazione del nuovo DPCM avvenuta il 25 ottobre, il presidente del consiglio Giuseppe Conte ha annunciato che sarà cancellata la seconda rata dell’Imu 2020 .

Una decisione che si aspettava, visto che per alcune categorie l’Imu era già stato annullato per quel che riguardava il pagamento della prima rata, e che ha decisamente portato molto sollievo. Sono infatti numerose le categorie di persone che, grazie a questa importante misura, non dovranno corrispondere la seconda rata della tassa sulla proprietà dei beni immobili, la cui scadenza era fissata per dicembre, con un conseguente significativo alleggerimento del peso fiscale in questo momento di particolare difficoltà per l’economia italiana.

In concreto, quali sono quindi i dettagli che al momento sono stati resi noti rispetto a questa misura?

Vuoi vendere casa?
Con Dove.it vendi la tua casa a
ZERO COMMISSIONI

Cancellazione della rata

Secondo quanto annunciato dal presidente Conte, la cancellazione della seconda rata Imu dovuta a dicembre varrà per i contribuenti che sarebbero stati chiamati al pagamento di questa tassa sul possesso di determinati beni immobili, come ad esempio una prima casa di lusso e di una seconda casa.

A margine della discussione del pacchetto di misure previste dal nuovo Dpcm approvato il 24 ottobre, il presidente ha anticipato alcuni dettagli sugli interventi di sostegno a cui sta lavorando in accordo con il ministro dell’economia Gualtieri, al fine di dare ristoro alle categorie che più sono state colpite dalla seconda ondata della pandemia di coronavirus in Italia.

Sospensione per tutti?

Rimane comunque l’incognita rispetto al fatto che la cancellazione della rata di dicembre dell’Imu 2020 sarà per tutti o solo per alcune categorie. Durante la conferenza stampa, infatti, Conte ha semplicemente presentato la misura, annunciando appunto che sarà cancellata la seconda rata Imu dovuta entro il 16 dicembre, ma senza fornire, al momento, ulteriori spiegazioni. I dettagli su questa e sulle altre misure contenute nel pacchetto di aiuti del governo, infatti, saranno resi noti nei prossimi giorni.

Uno dei temi su cui la curiosità è maggiore è quello che riguarda la platea di contribuenti interessati: ancora non è stato reso noto, infatti, se la sospensione riguarderà tutti i contribuenti o solamente le categorie che sono state più colpite dalle nuove restrizioni, ad esempio operatori del settore turistico e ristoratori.

In questo senso, ricordiamo che a essere esentati dal pagamento della prima rata dell’Imu 2020 erano state solamente precise categorie di contribuenti, con un’attenzione particolare a tutta una serie di tipologie di strutture turistiche (come campeggi, agriturismi, rifugi di montagna, case vacanze, stabilimenti balneari, ecc..).

Condividi questa notizia:

Vuoi vendere al miglior prezzo?