In crescita le richieste di mutui nel terzo trimestre 2020

Pubblicata il 15/09/2020
crescita mutui 2020

L’Italia sta pian piano cercando di riprendersi dalle conseguenze della fase di chiusura dovuta all’epidemia di coronavirus e questo è possibile osservarlo specialmente dalle iniziative prese in ambito economico sia dalle imprese che dai privati.

Un segnale interessante da questo punto di vista viene dato dai piccoli segnali di ripresa che stanno mostrando mutui e prestiti, che, dopo mesi in cui i tassi hanno visto un andamento in continuo calo, stanno ricominciando a crescere, facendo segnare un importante inversione di tendenza. Anche il numero di richieste di finanziamenti sta vedendo un nuovo boom, poiché durante le fasi più difficoltose dell’epidemia era oggettivamente complesso richiedere un mutuo, mentre ora che le procedure sono tornate alla normalità si può tornare a fare domanda di finanziamento in modo più agevole.

Sono molti, poi, coloro che richiedono un mutuo al fine di comprare casa, a riprova del fatto che il lockdown non ha fermato gli interessi degli italiani relativamente al mondo immobiliare, ma, anzi, ha spinto a sviluppare un nuovo coinvolgimento verso la dimensione dell’abitare.

Vuoi vendere casa?
Con Dove.it vendi la tua casa a
ZERO COMMISSIONI

Aumentano le richieste di mutuo

Nel terzo trimestre del 2020 si è registrato un ritorno alla richiesta di mutui, con un aumento dell’8% rispetto al periodo della quarantena. Anche i prestiti personali sono in aumento, con una crescita del 3,5%. A registrare la maggiore crescita sono però i prestiti finalizzati, che arrivano ad aumentare addirittura del 156% rispetto al trimestre precedente.

La regione che ha visto un aumento più significativo delle richieste di mutuo rispetto al periodo del lockdown e immediatamente successivo è la Lombardia, che ha visto una crescita del 10,67% (a fronte comunque di un calo del 43% rispetto ai mesi precedenti il lockdown).

Un boom di prestiti finalizzati

Come detto nel paragrafo precedente, a subire la maggior crescita sono soprattutto i prestiti finalizzati (ovvero quei prestiti il cui scopo è ben specificato e che vedono un uso del denaro richiesto vincolato all’acquisto di un preciso bene), che, in seguito al lockdown, stanno subendo un momento di vera e propria ripresa. In modo generalizzato in tutte le regioni d’Italia, la tendenza che si registra per questa tipologia di finanziamenti vede un aumento medio del 100%.

Secondo le analisi effettuate dagli esperti del settore, ci sono alcune realtà regionali come la Sicilia e la Campania in cui i prestiti finalizzati nel terzo trimestre 2020 hanno addirittura superato per valore i livelli che si registravano precedentemente all’epidemia. Anche in questo caso, comunque, è sempre la Lombardia a registrare la crescita maggiore, poiché da sola ha visto un aumento del peso di questi finanziamenti del 204%.

Condividi questa notizia:

Vuoi vendere al miglior prezzo?