L’identikit di proprietari di immobili italiani

Pubblicata il 06/01/2020

Fra gli argomenti affrontati nel report “Gli immobili in Italia” edizione 2019 redatto dall’Agenzia delle Entrate, uno dei focus tematici di maggiore interesse è quello relativo alle caratteristiche dei proprietari degli immobili sul territorio italiano. Grazie ai dati raccolti, relativi all’anno 2016, l’istituzione è riuscita a creare un vero e proprio identikit dei proprietari di case italiani, un dato interessante per comprendere meglio il settore e per poter fare previsioni su come potrebbe evolversi in futuro.

Vuoi vendere casa?
Con Dove.it vendi la tua casa a
ZERO COMMISSIONI

Chi sono i proprietari di case in Italia?

Secondo il report, nel 2016 erano oltre 25,8 milioni (ben il 63,1% del totale dei contribuenti che hanno presentato la dichiarazione dei redditi in quell’anno) i proprietari di immobili o quote immobiliari in Italia. Di questi, l’82,5% dei proprietari di abitazioni e relative pertinenze è costituito dai pensionati e dai lavoratori dipendenti e più della metà dei proprietari totali risiede al Nord (50,7%), mentre seguono con buona distanza il Centro (23,1%) e il Sud e le Isole (26,2%).

Rispetto al 2014, è stato registrato un aumento delle donne proprietarie di immobili, che rimangono però circa 800.000 in meno rispetto agli uomini. Interessante, però, è rilevare come il valore delle abitazioni acquistate dalle donne sia maggiore, nonostante i loro redditi siano in generale nettamente inferiori rispetto a quelli degli uomini.

Per quel che riguarda la distribuzione nelle varie fasce d’età, è stata rilevata la seguente divisione:

  • i proprietari di abitazioni con età inferiore ai 35 anni sono il 6%

  • i proprietari con età superiore ai 65 anni sono il 38%

  • i proprietari con età compresa tra i 35 e i 65 rappresentano il 56% del totale

La maggioranza delle famiglie vive in case di proprietà

Fra i 57 milioni di immobili di proprietà di persone fisiche in Italia, quasi il 60% è utilizzato come abitazione principale o pertinenza. In particolare, circa il 34,2% degli immobili (19,5 milioni di unità) sono abitazioni principali e il 23,3% sono pertinenze (box, cantine, soffitte, posti auto, per circa 13,3 milioni di unità). Se si ipotizza che ogni abitazione principale corrisponde a un nucleo familiare, si può ricavare che il 75,2% delle famiglie risiede in abitazioni di proprietà.

Sono comunque in crescita i proprietari di abitazioni senza figli a carico, che rappresentano il 76,6% del totale.

Condividi questa notizia:

Vuoi vendere al miglior prezzo?