Modello 730: le detrazioni per il risparmio energetico del 2020

Pubblicata il 26/06/2020

Fra le spese per la casa detraibili nel 730 per l’anno corrente, sarà possibile detrarre le spese sostenute per aumentare l’efficienza energetica del proprio immobile, che ne hanno quindi migliorato la prestazione dal punto di vista del consumo energetico e della sostenibilità ambientale. Vediamo come.

Vuoi vendere casa?
Con Dove.it vendi la tua casa a
ZERO COMMISSIONI

A chi spetta questa detrazione?

Possono beneficiare della detrazione per il risparmio energetico:

  • coloro che possiedono o detengono sulla base di un titolo idoneo un immobile sul quale sono stati effettuati gli interventi

  • i condomini che vivono in un condominio che ha effettuati interventi per il risparmio energetico nelle parti condominiali comuni

Può avere diritto alla detrazione anche il familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile oggetto dell’intervento, a patto che abbia sostenuto le spese necessarie alla sua attuazione, avendo bonifici e fatture intestate che lo testimoniano.

Le percentuali della detrazione

La percentuale di detrazione per il risparmio energetico nel 730 2020 ammonta al:

  • 50% dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2019 per acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi, sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione almeno pari alla classe A, acquisto e posa in opera di schermature solari e impianti di climatizzazione invernale a biomasse

  • 55% per le spese sostenute dal 2008 al 5 giugno 2013

  • 65% per le spese sostenute dal 2015 al 2017 per acquisto e posa in opera di schermature solari e climatizzazione invernale a biomasse; dal 2008 al 2019 per intervento di riqualificazione energetica e involucro su edificio (dal 1° gennaio 2018 tranne acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi), intervento di installazione di pannelli solari e sostituzione di impianti di climatizzazione invernale; dal 2016 al 31 dicembre 2019 per messa in opera di dispositivi multimediali per controllo da remoto; dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2019 per installazione di micro-cogeneratori

  • 70 e 75%, dal 2017 al 31 dicembre 2019 per interventi sull’involucro di parti comuni di condomini esistenti

  • 80 e 85%, dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2019 per interventi su parti comuni di edifici condominiali volti alla riqualificazione energetica e riduzione di una classe del rischio sismico

I documenti per la detrazione

Per usufruire della detrazione, è necessario presentare:

  • la fattura dell’impresa che esegue i lavori

  • la certificazione dei lavori svolti, redatta da un tecnico abilitato

  • l’attestato di prestazione energetica aggiornato dell’edificio

  • la scheda informativa relativa agli interventi realizzati

Dove inserire le detrazioni nel 730?

Le detrazioni devono essere inserite dai righi E61 e E62 del modello 730. In particolare è necessario indicare:

  • Colonna 1 (Tipo intervento)

  • Colonna 2 (Anno)

  • Colonna 3 (Periodo, solo se gli interventi sono stati effettuati nel 2013)

  • Colonna 4 (Casi particolari)

  • Colonna 5 (Periodo 2008 - Rideterminazione rate)

  • Colonna 7 (Numero rata)

  • Colonna 8 (Importo spesa)

Condividi questa notizia:

Vuoi vendere al miglior prezzo?