Bonus mobili ed elettrodomestici prorogato per il 2020

Pubblicata il 02/12/2019
bonus mobili elettrodomestici

Anche nel 2020 sarà possibile usufruire del bonus mobili ed elettrodomestici, un provvedimento grazie al quale si può avere diritto a uno sconto per chi esegue interventi di ristrutturazione edilizia su un immobile e acquisti contestualmente nuovi mobili, complementi d’arredo ed elettrodomestici. Si tratta di uno sconto IRPEF pari al 50% delle spese sostenute, per un massimo di 10.000 euro di spesa totale.

Vuoi vendere casa?
Con Dove.it vendi la tua casa a
ZERO COMMISSIONI

A chi spetta la detrazione?

Questo bonus spetta solamente a coloro che hanno iniziato a ristrutturare il proprio immobile dal 2018 in poi e che hanno acquistato nuovi mobili, mobili a incasso, grandi elettrodomestici e complementi d’arredo da utilizzare all’interno della casa sottoposta agli interventi di ristrutturazione. In particolare, possono beneficiare delle agevolazioni contribuenti assoggettati all’IRPEF e all’IRES che rientrano nelle seguenti categorie:

  • proprietari di immobili

  • usufruttuari, affittuari e persone che utilizzano un immobile in comodato d’uso

  • individui che possiedono un immobile sottoposto a regime di nuda proprietà

  • imprenditori individuali e società (a patto che l’immobile non sia a uso strumentale)

Nel caso in cui sia presente un contratto preliminare, il bonus spetta anche nel caso in cui i lavori siano eseguiti a proprio carico o se viene registrato il compromesso. Inoltre, queste agevolazioni spettano anche al coniuge e ai parenti conviventi con il proprietario dell’immobile o comunque chi possiede il diritto sulla casa interessata dalla detrazione.

Quali sono i mobili e gli elettrodomestici interessati dal bonus?

La detrazione IRPEF del 50% non può essere richiesta per ogni acqusito riguardante mobili ed elettrodomestici per la casa. A essere interessati al bonus, infatti, sono solamente alcune interessa solamente determinati beni.

Per quel che riguarda la prima categoria, i mobili che determinano il diritto all’agevolazione sono: divani e poltrone, armadi, letti (compresi materassi), comodini e cassettiere, sedie, tavoli, mensole e librerie, scrivanie, mobili per il bagno e apparecchi per l’illuminazione. Questi mobili devono essere nuovi, ma non è necessario che siano relativi alle stanze che sono interessate dagli interventi di ristrutturazione all’interno dell’immobile.

Gli elettrodomestici che permettono di usufruire del bonus sono: lavatrici e asciugatrici, lavastoviglie, frigoriferi, congelatori e altri elettrodomestici per la conservazione del cibo a basse temperature, grandi elettrodomestici necessari per la cottura dei cibi, forni e forni a microonde, ventilatori elettrici e apparecchi elettrici di riscaldamento. Tutti gli elettrodomestici indicati, con l’esclusione dei forni, che possono appartenere anche alla classe A, devono rientrare nella classe energetica A+ (che viene indicata con una specifica etichetta sul prodotto).

Condividi questa notizia:

Vuoi vendere al miglior prezzo?