Cambio di residenza: come effettuare il trasferimento

Aggiornata il 28/04/2021da Redazione

Il cambio di residenza è una situazione che si può presentare quando una persona intenda trasferire la propria residenza da una località all’altra.

Può essere presentata inoltre per usufruire di agevolazioni fiscali se il soggetto sta comprando una prima casa oppure per evitare di pagare l’IMU sull’abitazione principale.

Sapere cosa fare, a chi rivolgersi e come farlo è importante per non incorrere in possibili errori.

Dove.it è un'agenzia immobiliare online che si affida alla tecnologia e ai migliori agenti sul territorio per garantire ai propri clienti una corretta valutazione immobile e per vendere casa online al miglior prezzo e nel minor tempo possibile. Semplificando i processi è in grado di offrire un servizio a ZERO commissioni per chi vende mantenendo al centro della sua offerta la relazione umana tra clienti e agenti tramite le sue agenzie immobiliari sul territorio.

Che cos’è la residenza e perché è importante averla

La residenza è il luogo dove la persona ha la dimora abituale. La dimora è il luogo dove una persona abita. La persona non ha l’obbligo di vivere per sempre in quel luogo, ma deve farlo con una certa continuità per la maggior parte dell’anno.

La residenza va comunicata all’ufficio anagrafe del Comune ed è possibile trasferirla.

La residenza anagrafica permette di inserire i propri dati all’interno di un registro presso l’ufficio anagrafe di riferimento. Da questo momento il cittadino entra in possesso del proprio certificato anagrafico e può usufruire in modo completo dei servizi erogati dal comune di riferimento.

I principali motivi per cui è importante compiere la registrazione sono:

  • esporre pubblicazioni matrimoniali;
  • conoscere il proprio tribunale di riferimento per eventuali cause giudiziarie;
  • pagare la tassa sui rifiuti urbani nel comune di residenza.

Il cambio di residenza non comporta il sostenimento di costi. Alcuni uffici potrebbero prevedere la possibilità di sostenere il pagamento di alcuni bolli.

Vuoi comprare casa?
Dove.it ti aiuta a trovare la casa giusta al giusto prezzo!

Chi può richiedere un cambio di residenza e come

Il cambio di residenza può essere richiesto da tutte quelle persone che sono iscritte regolarmente all’Ufficio Anagrafe. La dichiarazione di residenza deve essere presentata da un soggetto maggiorenne e può richiedere il cambio di residenza per tutti i componenti del proprio nucleo familiare. Il soggetto che presenta la domanda deve essere dotato di un documento d’identità valido.

Quando si intende cambiare la propria residenza è necessario presentare istanza di richiesta. La persona ha un massimo di 20 giorni per presentare l’istanza dal momento in cui si trasferisce presso la nuova abitazione.

L’istanza deve essere presentata presso l’ufficio anagrafe del proprio comune debitamente compilata o inviando una comunicazione tramite posta elettronica.

I dati e i documenti necessari per completare il cambio di residenza sono:

  • documento di identità;
  • il modulo per presentare l’istanza;
  • i dati relativi all’immobile;
  • i dati delle persone che si trasferiranno.

Come inviare la domanda di cambio residenza via e-mail

La domanda di richiesta di cambio di residenza può essere presentata via mail.

I documenti necessari per compilare la domanda via mail sono:

  • la dichiarazione con firma digitale per consentire l’identificazione della persona;
  • la carta nazionale servizi che permette di accertare l’effettiva identità della persona che sta presentando l’istanza;
  • inviare la comunicazione tramite posta elettronica certificata (PEC) con allegato la fotocopia del proprio documento d’identità e la relativa dichiarazione firmata.

Il cambio di residenza in tempo reale

Il cambio di residenza in tempo reale è una semplificazione che favorisce il cittadino permettendogli di accorciare i tempi sulla domanda di trasferimento.

Le condizioni da rispettare sono le seguenti:

  • entro 20 giorni bisogna dichiarare la nuova residenza;
  • fornire le dichiarazioni sottoscritte tramite l’ufficiale dell’anagrafe o secondo i metodi stabiliti all’interno del D.P.R. 445/2000;
  • il personale dell’ufficio anagrafe provvederà alle variazioni richieste al momento in cui riceve la domanda entro 48 ore;
  • nel caso di dati mancanti, il cittadino avrà l’obbligo di presentarli entro 90 giorni.

Cosa succede dopo che ho presentato domanda per il cambio di residenza?

Il primo passaggio che viene effettuato è la compilazione del modulo per procedere con il cambio di residenza. A seguito di questo passaggio, l’ufficio anagrafe procede con la compilazione del verbale e comunica alla Polizia Municipale del territorio l’avvenuto trasferimento.

Un ulteriore passaggio che viene fatto è inviare una comunicazione alla Motorizzazione Civile per aggiornare i dati della patente di guida e del libretto di circolazione.

Una volta accolta la domanda da parte del Comune, verrà inviata un’ulteriore comunicazione al Ministero dei Trasporti per aggiornare il sistema telematico e procedere all'aggiornamento dei dati di patente e libretto.

Come vengono gestite le utenze

Le utenze durante il cambio di residenza non vengono gestite tutte allo stesso modo. Nel caso di nuova costruzione il cittadino dovrà procedere con i relativi allacciamenti entrando in contatto con le relative società di servizi.

Nel caso in cui l’abitazione sia già esistente, è possibile procedere con un’apposita voltura o un subentro.

Per il canone RAI è necessario comunicare all’Agenzia delle Entrate il cambio di residenza entro 20 giorni dall’avvenuto trasferimento. La variazione può essere comunicata con una chiamata al numero verde o compilando un form online.

Sai quanto vale la tua casa?
Ottieni una valutazione gratuita e immediata dai nostri esperti

Condividi questa guida:

Trova la casa giusta al giusto prezzo!