Vendere casa: gli errori da non fare

Pubblicata il 06/04/2020
errori vendere casa

Se vuoi vendere casa in modo veloce e semplice, ci sono tutta una serie di accorgimenti che puoi attuare per cercare di rendere il processo più fluido e per fare in modo che il tuo immobile risulti fin da subito appetibile per gli eventuali acquirenti.

Si sente infatti parlare spesso di come fare a vendere casa più velocemente, ma è importante anche sapere cosa è meglio non fare e quali sono i comportamenti da evitare. Spesso, anche in buona fede e a causa dell’inesperienza con un processo complesso e importante com’è la vendita di una casa, può capitare di incorrere in errori, ma riconoscerli è il primo modo per correggere il proprio comportamento e migliorare.

Per aiutarti, quindi, abbiamo deciso di creare una lista degli errori che più comunemente di compiono quando si vende un immobile: in questo modo, potrai evitare di compierli!

Vuoi vendere casa?
Con Dove.it vendi la tua casa a
ZERO COMMISSIONI

Scegliere di non rivolgersi a un'agenzia immobiliare

Vendere casa da soli può sembrare una buona idea, specialmente se si vuole risparmiare sui costi di agenzia. Senza il supporto di un agente immobiliare, però, si rischia di fare molta fatica a gestire la vendita del proprio immobile, soprattutto per quel che riguarda la burocrazia e gli aspetti più tecnici.

Farsi aiutare da un consulente immobiliare esperto ti eviterà di incorrere in problematiche inutili e, nel caso si dovessero presentare difficoltà, avere qualcuno di competente accanto renderà tutto più semplice. Inoltre, optando per un’agenzia immobiliare senza commissioni per il venditore come Dove.it, ti permetterà di risparmiare un’importante somma sulle provvigioni, da poter reinvestire in quello che preferisci.

Presentare un immobile pieno di oggetti

La casa è ovviamente un luogo personale, ricco di ricordi e oggetti. Avere però una casa piena può fare un effetto negativo su coloro che la visitano, facendola sembrare meno ampia e spaziosa di quanto sia in realtà.

Per chi visita l’abitazione è importante riuscire a immaginarla come la propria casa dei sogni, quindi uno spazio ordinato e minimale può aiutarlo a visualizzare meglio come potrebbe trasformare l’abitazione, fantasticando su tutte le possibilità che l’immobile ha da offrire. L’effetto da perseguire è quello di dare l’impressione che si tratti di una casa nuova, un aspetto che viene generalmente molto apprezzato.

Anche per questioni di privacy, consigliamo di togliere anche tutti gli oggetti molto legati alla sfera personale e le fotografie.

Non pulire e non riordinare

A nessuno fa piacere entrare in una casa disordinata e soprattutto sporca e presentare un immobile mal tenuto non è di certo un buon biglietto da visita. Presentare la casa pulita, mostrando tutta la potenzialità che può avere quando presenta pavimenti brillanti e mobilio spolverato (specialmente se si vuole vendere la casa completa di arredamento) darà a colpo d’occhio un effetto positivo sui potenziali acquirenti.

Non sfruttare al meglio la luce naturale

Tenere le tapparelle aperte, mostrando le potenzialità dell’appartamento se ben illuminato, può fare un’ottima impressione su chi lo visita per la prima volta. Lasciandole chiuse, si rischia di far sembrare l’appartamento più buio di quanto non sia, mentre la luce naturale dà un’idea di accoglienza e di calore.

Anche arieggiare le stanze è molto importante, evitando così odori sgradevoli di chiuso o di cibo.

Scegliere fotografie poco professionali per l'annuncio

Le fotografie dell’annuncio sono la prima cosa che un potenziale acquirente vedrà del tuo immobile e per questo motivo devono essere ben fatte, luminose e capaci di rendere al meglio l’immagine della proprietà. Quindi no a foto fatte dal cellulare, sfocate o che non mostrano in modo chiaro i locali.

Affidandovi a un’agenzia immobiliare come Dove.it, avrete assicurato un servizio fotografico professionale, così da presentare al meglio il vostro immobile.

Non attuare piccoli lavori di ristrutturazione

Mostrare un immobile che necessita di tanti piccoli interventi di ristrutturazione può respingere gli eventuali acquirenti, che si sentiranno scoraggiati dall’idea di dover, una volta entrati nella nuova casa, dover svolgere tutta una serie di lavoretti di manutenzione ordinaria.

Presentare un’abitazione senza difetti (o comunque minimizzandoli al massimo) potrà dare l’impressione di una casa bella, funzionale e quasi nuova, dove potersi trasferire senza eccessive preoccupazioni. Scegliere quindi di attuare questi lavori prima di mettere l’immobile sul mercato potrà aiutare a fare impressione migliore una volta iniziate le visite, oltre a essere un ottimo modo per aumentare il valore di un immobile prima di venderlo.

Non essere flessibili con le visite

Compatibilmente con i propri impegni, è sempre meglio dare ampie disponibilità per visionare un immobile, specialmente in contesti in cui il mercato può essere competitivo. Se una persona dovrà aspettare molto tempo per vedere una casa o se non riuscirà a trovare un orario comodo per vedere l’immobile, è probabile che passerà ad altro. Per evitare di perdere la possibilità di incontrare persone che hanno dimostrato un interesse per la tua casa, cerca di essere disponibile e flessibile, cogliendo tutte le occasioni che si possono presentare.

Non ordinare giardino e pertinenze

Se si ha una casa dotata di giardino o che presenta pertinenze come balconi, garage o soffitte, anche queste devono essere presentate in ordine e in buono stato di manutenzione. Mostrare che anche le parti “accessorie” dell’immobile sono ben tenute sarà un ottimo biglietto da visita e rassicurerà il possibile acquirente di non dover effettuare lavori una volta acquistato l’immobile al fine, ad esempio, di sistemare un giardino mal curato o una cantina non mantenuta correttamente.

Condividi questa guida:

Vuoi vendere al miglior prezzo?