Mutui a fondo perduto, prestiti e finanziamenti: cosa sono?

Aggiornata il 03/08/2021da Redazione

I mutui a fondo perduto sono dei contributi forniti da degli enti che non obbligano alla restituzione del capitale prestato.

I finanziamenti di questo tipo vengono erogati a soggetti che rispettino determinati requisiti.

Vediamo insieme come funzionano i mutui a fondo perduto.

Dove.it è un'agenzia immobiliare online che si affida alla tecnologia e ai migliori agenti sul territorio per garantire ai propri clienti una corretta valutazione immobile e per vendere casa online al miglior prezzo e nel minor tempo possibile. Semplificando i processi è in grado di offrire un servizio a ZERO commissioni per chi vende mantenendo al centro della sua offerta la relazione umana tra clienti e agenti tramite le sue agenzie immobiliari sul territorio.

Mutui a fondo perduto: che cosa sono

I mutui a fondo perduto, come detto in precedenza, sono dei mutui che non hanno l’obbligo di restituzione e sono pensati per determinati scopi. Non è necessaria una valutazione sull’affidabilità creditizia del soggetto richiedente e non è richiesta la firma di un garante.

Alcuni di questi finanziamenti possono essere legati a:

  • finanziamenti per giovani imprenditori;
  • finanziamenti per l'imprenditoria femminile;
  • start up;
  • progetti di innovazione;
  • aziende già consolidate, ma che si trovano in un’area geografica con netti svantaggi ad esempio a livello infrastrutturale.

Il mutuo a fondo perduto è un contributo in conto capitale che non prevede da parte del debitore il pagamento degli interessi o la restituzione del capitale. Inoltre questo tipo di finanziamenti possono essere cumulati con altre agevolazioni fiscali.

Gli enti che si occupano di erogare questo tipo di finanziamenti sono:

  • l’Unione Europea;
  • lo Stato;
  • le Regioni.
Stai comprando la casa giusta?
Ottieni una seconda opinione da un consulente esperto che ti affiancherà dalla valutazione al rogito.

Requisiti per accedere ai contributi a fondo perduto

Per accedere ad ogni bando è necessario rispettare determinati requisiti. I requisiti principali per richiedere l’accesso a prestiti a fondo perduto sono:
  • appartenere a determinati settori o avere la sede dell’azienda in specifiche aree geografiche elencate all’interno del bando;
  • la tipologia di azienda come il numero di dipendenti o il fatturato ottenuto in un determinato periodo;
  • esistenza di una strategia di marketing su come verranno effettivamente spesi quei contributi;
  • titoli di studio strettamente correlati allo scopo del bando.

Documenti necessari e come presentare la domanda di mutuo

Non esiste una procedura univoca per ottenere un finanziamento di questo genere, ma dipende dal singolo. Per accedere a questi fondi è necessario rispettare i requisiti previsti da un bando e presentare una domanda adeguata entro il termine stabilito.

Le tipologie di bandi sono le seguenti:

  • bandi regionali;
  • bandi di settore;
  • bandi con scadenza;
  • bandi sempre aperti;
  • bandi per specifiche aree;
  • bandi per tipologie di interventi.

Ogni bando è differente e le principali caratteristiche sono:

  • i requisiti principali per accedere al bando;
  • qual è la documentazione da presentare al momento della domanda;
  • una descrizione delle agevolazioni che è possibile ottenere;
  • come presentare la domanda.

La documentazione principale che solitamente è necessario presentare è:

  • un business plan con tutte le informazione economiche e finanziarie;
  • gli obiettivi che si intende raggiungere con questo progetto;
  • le spese che si sosterranno e per cosa saranno dirette.

Tutta questa documentazione aiuterà i soggetti nella valutazione dei progetti migliori che avranno diritto a ricevere un contributo.

Nel caso in cui si riuscisse ad accedere ai finanziamenti a fondo perduto sarebbe necessario registrare tutte le spese effettuate in modo da verificare come siano state spese le somme concesse. Se il beneficiario non spende il contributo in modo adeguato potrebbe essere costretto a restituire l’intera somma concessa.

I contributi a fondo perduto hanno una disponibilità limitata e i tempi di attesa sono decisamente lunghi.

Finanziamenti a fondo perduto 2021: cosa cambia

Nell’ultimo anno è stato approvato il decreto Rilancio che permette alle aziende di ricevere diversi aiuti che sono:
  • una riduzione del costo delle bollette di energia elettrica;
  • contributi a fondo perduto per tutte quelle impresa che hanno registrato durante il 2020 un fatturato inferiore ai 5 milioni di euro;
  • il rafforzamento del patrimonio di piccole e medie imprese.

Finanziamenti per l’acquisto della prima casa

Per i giovani under 36 è stato realizzato un fondo di garanzia per la stipulazione dei mutui prima casa. Questa agevolazione non è un contributo a fondo perduto, ma permette di https://www.dove.it/guida/tutte-le-agevolazioni-sul-mutuo-prima-casa/ck67t0sjpzisf0b20oc3h4zvf.

Il mutuo a fondo perduto per giovani coppie mira ad incentivare l’accesso al credito a coloro che rispettino determinati requisiti. L’abitazione deve rientrare nelle https://www.dove.it/guida/tutte-le-agevolazioni-sul-mutuo-prima-casa/ck67t0sjpzisf0b20oc3h4zvf.

Il mutuo non deve superare i 250 mila euro di importo massimo e non avere più di 36 anni.

Vuoi vendere casa?
Dove.it vende la tua casa al miglior prezzo, in poche settimane e a ZERO COMMISSIONI

Condividi questa guida:

Vuoi comprare casa senza preoccupazioni?