Diventa socio di Dove.it.Scopri la campagna su

Caro bollette: la crescita dei prezzi delle materie prime

Pubblicata il 20/12/2021da Redazione

In seguito ad un rialzo dei costi delle materie prime di circa il 40% nel 2021, il Governo è intervenuto per arginare questo salasso. Il rialzo delle materie prime è dovuto alla ripartenza economica dopo i lockdown generalizzati del 2020 e a minori forniture di gas a livello globale.

Vediamo insieme le previsioni dei costi delle utenze del 2022 e le misure che il Governo intende mettere in campo per arginare questa crescita dei prezzi.

Dove.it è un'agenzia immobiliare online che si affida alla tecnologia e ai migliori agenti sul territorio per garantire ai propri clienti una corretta valutazione immobile e per vendere casa online al miglior prezzo e nel minor tempo possibile. Semplificando i processi è in grado di offrire un servizio a ZERO commissioni per chi vende mantenendo al centro della sua offerta la relazione umana tra clienti e agenti tramite le sue agenzie immobiliari sul territorio.

Il taglio delle bollette

Il Governo ha presentato un emendamento omnibus alla legge di bilancio in cui è previsto uno stanziamento pari ad 1,8 miliardi di euro per arginare il taglio delle bollette.

La misura prevede la rateizzazione in 10 rate delle bollette di luce e gas per il periodo di gennaio-aprile 2022.

Nel caso quindi che i contribuenti non riescano ad adempiere al pagamento delle bollette, le imprese avranno l’obbligo di offrire un piano di rateizzazione in 10 rate senza interessi.

L’Arera (l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) dovrà definire gli anticipi da versare alle imprese per compensare le rate e avrà a disposizione un importo pari a 1 miliardo di euro. Il 70% della quota sarà restituita entro il 2022 alla Cassa per i servizi energetici e il restante 30% verrà erogato entro il 2023.

Sai quanto vale la tua casa?
Ottieni una valutazione gratuita e immediata dai nostri esperti

Le previsioni per il 2022

Secondo Nomisma Energia dal 2022 il costo del gas potrebbe arrivare fino a 1,55€ al metro cubo (+61%), mentre la luce fino a 43,8 centesimi al chilowattora (+48%).

Le stime non tengono ancora conto degli interventi che il Governo metterà in campo per arginare questi costi.

Si denota comunque un trend di elevati costi per l’utilizzo di energia e gas nel futuro. Il problema dei prezzi alti delle materie prime si sta ripercuotendo anche sulle industrie che vedono incrementare i costi e la conseguente riduzione dei margini.

Vuoi vendere casa?
Dove.it vende la tua casa al miglior prezzo, in poche settimane e a ZERO COMMISSIONI

Condividi questa notizia:

Vuoi sapere quanto vale la tua casa?
Valuta gratuitamente online