Detrazione interessi passivi mutuo: come farlo nel 730

Pubblicata il 05/07/2021da Redazione

L’Agenzia delle Entrate ha reso possibile da alcuni anni la possibilità di presentare la propria dichiarazione dei redditi online.

Una possibilità che si presenta per i contribuenti è quella di detrarre gli interessi del mutuo all’interno del 730.

Vediamo nel dettaglio la procedura da seguire.

Dove.it è un'agenzia immobiliare online che si affida alla tecnologia e ai migliori agenti sul territorio per garantire ai propri clienti una corretta valutazione immobile e per vendere casa online al miglior prezzo e nel minor tempo possibile. Semplificando i processi è in grado di offrire un servizio a ZERO commissioni per chi vende mantenendo al centro della sua offerta la relazione umana tra clienti e agenti tramite le sue agenzie immobiliari sul territorio.

Il calcolo della detrazione degli interessi

È possibile detrarre il 19% degli interessi passivi e di tutti gli oneri accessori per un importo massimo di 4.000 euro.

In pochi casi è possibile che un mutuo sia stato stipulato prima del 1993. In questo caso è possibile chiedere una detrazione massima di 4.000 euro per ogni intestatario a condizione che l’abitazione fosse stata adibita a prima casa.

Nel caso che il contratto sia stato fatto prima del 1993 per mutui su seconde case è possibile ottenere una detrazione di 2065,83 euro.

Nel caso di mutuo cointestato, la detrazione si suddivide per il numero di cointestatari e ogni coniuge può detrarre 2.000 euro.

I mutui contratti nel 1997 per la ristrutturazione di edifici esistenti per un importo massimo di 2582,28 euro e per mutui dal 1998 il limite di spesa è lo stesso per finalità di costruzione o ristrutturazione per prime case.

Sai quanto vale la tua casa?
Ottieni una valutazione gratuita e immediata dai nostri esperti

Come compilare il 730

Le tipologie di mutui per cui è possibile richiedere la detrazione sono:
  • mutui per l’acquisto dell’abitazione principale;
  • mutui stipulati prima del 1993;
  • mutui realizzati nel 1997 per interventi di restauro e ristrutturazione;
  • mutui ipotecari a partire dal 1998 per l’abitazione principale (interventi di ristrutturazione o costruzione);
  • mutui agrari.
Vuoi vendere casa?
Dove.it vende la tua casa al miglior prezzo, in poche settimane e a ZERO COMMISSIONI

Condividi questa notizia:

Vuoi sapere quanto vale la tua casa?