Superbonus 110%: risparmio energetico nel condominio misto

Pubblicata il 08/07/2021da Redazione

L’Agenzia delle Entrate da sempre risponde a dei quesiti posti dai contribuenti su chiarimenti legati alle normative.

In questo caso la richiesta riguarda l’applicazione di un Superbonus 110% ad un condominio misto.

Dove.it è un'agenzia immobiliare online che si affida alla tecnologia e ai migliori agenti sul territorio per garantire ai propri clienti una corretta valutazione immobile e per vendere casa online al miglior prezzo e nel minor tempo possibile. Semplificando i processi è in grado di offrire un servizio a ZERO commissioni per chi vende mantenendo al centro della sua offerta la relazione umana tra clienti e agenti tramite le sue agenzie immobiliari sul territorio.

Il Superbonus nel condominio misto

Nel caso preso in considerazione sono presenti tre fabbricati dei quali solo due fanno parte del condominio.

Il fabbricato A ha al piano terra un istituto di credito, al primo delle unità immobiliari con categoria catastale A e D e al secondo e terzo piano delle unità immobiliari con categoria catastale A.

Il fabbricato B ospita l'istituto bancario e degli immobili misti, mentre il fabbricato C ospita i locali della banca e non appartiene al condominio.

Gli interventi che saranno effettuati riguardano il fabbricato A dove saranno realizzati lavori al tetto e alla parete sud, mentre nel fabbricato B si realizzeranno interventi di riqualificazione energetica del tetto. La richiesta del Superbonus riguarda le parti comuni condominiali.

Sai quanto vale la tua casa?
Ottieni una valutazione gratuita e immediata dai nostri esperti

Il parere dell’Agenzia delle Entrate

Secondo l’Agenzia delle Entrate gli interventi realizzati riguardano immobili residenziali presi nella loro interezza. La detrazione può essere usufruita da tutti i proprietari di abitazione per lavori che riguardino almeno il 50% delle superfici degli immobili. Nel caso quindi che i lavori superino il 50% delle superfici immobiliari residenziali, è possibile per le unità immobiliari non residenziali accedere al Superbonus 110%.

Nel secondo caso è possibile che i lavori sulle unità immobiliari riguardino meno del 50% della superficie. In questo caso è possibile ammettere alla detrazione solo i proprietari di unità residenziali.

Il miglioramento energetico dovrà essere dimostrato tramite l'attestato di prestazione energetica. Il miglioramento dovrà essere di almeno due unità energetiche e riguardare l’intero edificio.

Vuoi vendere casa?
Dove.it vende la tua casa al miglior prezzo, in poche settimane e a ZERO COMMISSIONI

Condividi questa notizia:

Vuoi sapere quanto vale la tua casa?