Decreto Rilancio: tutte le nuove misure per l’immobiliare

Pubblicata il 31/07/2020
decreto rilancio immobiliare

Il decreto rilancio è stato approvato, contenendo numerose misure a sostegno dell’economia italiana e delle famiglie. Fra i settori interessati dalle misure proposte nel decreto rientra anche quello immobiliare, per cui sono state introdotte alcune importanti novità e forme di aiuto per le famiglie e le imprese in difficoltà a causa della situazione di crisi creata dall’epidemia di coronavirus.

Vuoi vendere casa?
Con Dove.it vendi la tua casa a
ZERO COMMISSIONI

Ecobonus al 110%

L’ecobonus al 110% , una misura a sostegno del rinnovo del patrimonio edilizio in ottica di sostenibilità e risparmio energetico, è diventato legge.

Con la conversione in legge sono state introdotte alcune novità rispetto alla prima bozza della misura, allargando questa agevolazione anche a:

  • seconde case e villette a schiera

  • interventi di demolizione e ricostruzione

  • interventi su un massimo di due unità immobiliari

  • coibentazione del tetto

Sono inoltre stati precisati i tetti di spesa per ecobonus al 110% in base alla tipologia di interventi effettuati.

Esenzione Imu

Il decreto rilancio ha confermato, allargandone la platea, la possibilità di usufruire dell’esenzione della prima rata Imu 2020 (relativa quindi allo scorso giugno). Nel caso si sia già pagato, poi, si potrà avere diritto a un rimborso, che verrà corrisposto al momento del pagamento del saldo di dicembre.

Questa esenzione sarà valida sia per i soggetti che operano nel turismo che per quelli che appartengono ai settori fieristici e sportivi.

Sconto Imu del 20%

Se il proprio comune di appartenenza decide di applicare tale misura, sarà possibile usufruire di uno sconto Imu del 20% nel caso in cui si decida di pagare l’importo dovuto tramite addebito sul conto corrente.

Per maggiori informazioni, è necessario controllare la posizione presa dal proprio comune in merito a questa misura, che può essere applicata facoltativamente.

Rimborso affitti fuori sede

Il decreto rilancio ha introdotto un fondo per finanziare il rimborso dei canoni d’affitto che gli studenti fuori sede hanno corrisposto durante i mesi del lockdown, durante i quali gli studenti sono tornati in famiglia vista l’impossibilità di frequentare le lezioni, pagando comunque l’affitto per immobili rimasti vuoti per mesi e in cui era vietato tornare.

Il rimborso potrà essere richiesto dagli studenti con un Isee inferiore ai 15.000 euro che durante il lockdown hanno continuato a pagare l’affitto. Al momento non sono ancora però state rese note le modalità specifiche per fare domanda al fondo di solidarietà.

Bonus affitto

Il decreto rilancio propone un nuovo credito d’imposta nella misura del 60% dell’ammontare dei canoni di locazione per marzo, aprile e maggio 2020 per gli immobili a uso commerciale.

I requisiti sono:

  • aver subito una diminuzione del fatturato di almeno il 50% nei mesi di riferimento

  • essere soggetti che esercitano attività d'impresa con ricavi non superiori a 5 milioni di euro durante il 2019

Blocco sfratti

Il blocco delle esecuzioni di sfratto è stato esteso fino al 31 dicembre 2020.

Condividi questa notizia:

Vuoi vendere al miglior prezzo?