Spese per l’istruttoria mutuo: quando si pagano i costi?

Aggiornata il 30/08/2021da Redazione

Comprare casa prevede diversi costi come quelli legati al mutuo. Accendere un mutuo prevede dei costi legati all’avvio della pratica che sono le spese di istruttoria.

Vediamo insieme che cosa sono le spese di istruttoria, quando devono essere pagate e se sono effettivamente detraibili.

Dove.it è un'agenzia immobiliare online che si affida alla tecnologia e ai migliori agenti sul territorio per garantire ai propri clienti una corretta valutazione immobile e per vendere casa online al miglior prezzo e nel minor tempo possibile. Semplificando i processi è in grado di offrire un servizio a ZERO commissioni per chi vende mantenendo al centro della sua offerta la relazione umana tra clienti e agenti tramite le sue agenzie immobiliari sul territorio.

Spese per istruttoria del mutuo: cosa sono

L’istruttoria è la procedura che l'istituto di credito segue dopo aver ricevuto la richiesta di mutuo e che si concluderà con la delibera del mutuo alla presenza del notaio.

Le spese di istruttoria sono i costi che il mutuatario deve sostenere per avviare la pratica di richiesta del mutuo.

Le fasi principali dell’istruttoria sono le seguenti:

  • valutazione della domanda di mutuo con relativa analisi della situazione finanziaria del potenziale mutuatario ed eventuale solvibilità dello stesso soggetto;
  • l’esecuzione di un perizia dell’immobile da parte di un esperto che verifica la legittimità dell’abitazione, la presenza di eventuali abusi edilizi e il valore dell’immobile in base alla somma richiesta dal mutuatario;
  • dopo aver realizzato i controlli le parti negoziano per raggiungere un accordo e sottoscrivono il contratto di mutuo;
  • l’ultima fase è l’erogazione della somma verso l’acquirente dell’immobile che la utilizzerà per comprare l’immobile.

Le spese di istruttoria sono di tre categorie:

  • possono essere determinate in misura fissa con importi che variano tra i 180 e i 300 euro;
  • possono essere dei costi variabili con una percentuale che varia tra lo 0,50% all’1% dell’importo finanziato;
  • il mutuo senza spese di istruttoria è presente in alcuni casi, ma è necessario verificare che non siano camuffate sotto altre spese.
Stai comprando la casa giusta?
Ottieni una seconda opinione da un consulente esperto che ti affiancherà dalla valutazione al rogito.

Come si pagano le spese di istruttoria del mutuo?

Le spese di istruttoria sono a carico del mutuatario in quasi tutti i casi tranne quando avviene la sostituzione del mutuo e il costo deve essere sostenuto dall’istituto bancario.

Quando si pagano i costi di istruttoria del mutuo?

Gli istituti bancari non applicano una regola univoca sul momento in cui devono essere pagate le spese di istruttoria.

Le banche tendono solitamente ad inserire le spese di istruttoria nella prima rata del mutuo. È possibile richiedere la diluizione dei costi in diverse rate del mutuo in aggiunta al capitale e al tasso di interesse praticato.

In caso di mutuo non erogato, il richiedente non dovrà sostenere le spese di istruttoria. La cifra finale dovrà contenere la somma necessaria per l’acquisto dell’immobile più le spese di istruttoria.

Le spese di istruttoria del mutuo sono detraibili?

Le spese di istruttoria del mutuo sono detraibili con determinati sconti d’imposta (pari al 19% fino ad un massimo di 4.000€). Le spese effettivamente detraibili fanno riferimento all’anno precedente rispetto a quello della dichiarazione.

Non tutti i mutui stipulati con una banca permettono la detrazione delle spese sostenute. Le condizioni che devono essere rispettate sono le seguenti:

  • il mutuo deve essere stipulato entro i 12 mesi successivi o precedenti all’acquisto dell’abitazione;
  • solo per l’acquisto di una prima casa che sarà quindi adibita ad abitazione principale è possibile usufruire di questa detrazione.
Sai quanto vale la tua casa?
Ottieni una valutazione gratuita e immediata dai nostri esperti

Condividi questa guida:

Vuoi comprare casa senza preoccupazioni?