Interviste agli agenti immobiliari Dove.it: Blasco Pulieri

Pubblicata il 29/10/2020da Redazione
intervista blasco pulieri

Abbiamo intervistato Blasco Pulieri, area manager per Dove.it a Roma, per farci raccontare del suo percorso professionale come agente immobiliare, con un focus sulla sua esperienza all’interno della nostra agenzia e sui suoi progetti per il futuro. Roma è una realtà dal mercato immobiliare particolare ed è quindi stato interessante conoscere l’esperienza diretta di Blasco e capire come sta allargando il suo team per rispondere al meglio alle esigenze di questa città.

Vuoi diventare agente Dove.it?
Entra subito nel nostro team

Ciao Blasco, raccontaci un po’ della tua esperienza professionale.

Ho iniziato il mio percorso lavorativo all’interno del mondo immobiliare con un breve apprendistato nel 2004 in un’agenzia immobiliare tradizionale, ma poi ho interrotto momentaneamente il mio percorso nel settore. Ritornato a Roma dopo un periodo trascorso a Milano ho conosciuto una persona che lavorava come agente e che nel 2009 mi ha portato a iniziare a lavorare per un franchising nella Capitale.

Successivamente ho lavorato nell’ambito dell’immobiliare di lusso e ho poi iniziato a operare in proprio, da solo e in collaborazione con varie agenzie di Roma.

Come sei arrivato a Dove.it e come è stato il tuo percorso?

Sono stato contattato direttamente da Dove.it per un colloquio conoscitivo e successivamente e sono stato scelto per diventare area manager dell’agenzia immobiliare a Roma. Il mio percorso all’interno dell’azienda è stato soddisfacente, alla luce anche delle peculiarità della piazza romana e delle difficoltà sopraggiunte con il lockdown.

Tirando le somme fino ad ora, sta andando tutto bene, ma a Roma possiamo sicuramente crescere ancora meglio, facendo di più e migliorando e aver inserito recentemente una nuova persona nel team sta dando un grande aiuto.

Quali difficoltà hai incontrato nel tuo lavoro da agente?

Spesso le più grosse difficoltà di questa professione sono date dal rapporto con le persone. È necessario imparare come funzionano molte cose, essere in grado di reagire quando si crea un problema, interagendo anche con altri professionisti e avendo la capacità di mediare.

Si tratta essenzialmente sempre di un lavoro di mediazione ed è quindi fondamentale essere in grado di assorbire lo stress delle varie parti in causa per trasformarlo in qualcosa di positivo, così da trovare il giusto punto di incontro tra domanda e offerta e tra problema e soluzione.

Quali differenze hai riscontrato fra Dove.it e le agenzie tradizionali?

Sicuramente ho trovato Dove.it differente nel processo, nella struttura e nell’impostazione di tutto il sistema, molto diverso rispetto a quello delle agenzie immobiliari classiche. Dove.it non è solo una società immobiliare, ma ha anche una fortissima componente di marketing, che permette di analizzare i dati e i processi in un modo che nelle agenzie tradizionali è impossibile e questo permette di avere moltissimi vantaggi.

In che modo stai allargando il tuo team?

Ho iniziato con l’inserire una persona che mi aiutasse a seguire meglio i processi di acquisizione e successivamente di vendita. Inoltre, avere un team più ampio mi sta aiutando a far conoscere meglio Dove.it sul mercato romano, anche con tecniche di promozione offline più vecchia scuola, che solo sempre utili sul territorio.

Vorrei comunque ampliare ulteriormente la squadra, perché l’interesse verso questo nuovo modello è tanto e sempre in aumento, quindi cerco delle persone che mi aiutino a stare dietro alle nuove richieste di valutazione e ai clienti.

Quali sono i tuoi obiettivi per il futuro?

Il mio obiettivo per il futuro è quello di far crescere ulteriormente il team di Roma, portandolo agli alti livelli raggiunti da Dove.it in altre realtà. Voglio crescere dal punto di vista delle persone, del fatturato e delle zone, aprendo anche a geografie nel resto del Lazio.

Condividi questa notizia:

Vuoi diventare agente dove.it?