Mercato immobiliare 2019: l’andamento di Milano si differenzia dal resto d’Italia

Pubblicata il 20/11/2019
milano navigli

In ambito economico, “Milano non è l’Italia”, una posizione che ormai è molto diffusa fra coloro che si occupano di economia e confrontano le varie realtà. Questa teoria è confermata anche per quel che riguarda il settore immobiliare.

Negli ultimi anni, il mercato immobiliare italiano ha in generale registrato un andamento positivo. Si tratta, comunque, di un miglioramento contenuto, anche se ci sono alcune realtà che si dimostrano essere più competitive di altre. Milano, infatti, si è rivelata essere anche in questo ambito una città trainante, differenziandosi dal resto delle grandi città per una crescita ancor più significativa della qualità e della quantità delle compravendite immobiliari. Comprare casa a Milano è un investimento e continuerà probabilmente a esserlo anche nel futuro. Per questo, rivolgersi alla nostra agenzia immobiliare a Milano può essere un'ottima idea.

Vuoi vendere casa?
Con Dove.it vendi la tua casa a
ZERO COMMISSIONI

Qual è la situazione del mercato italiano?

In Italia la ripresa dei valori del mercato immobiliare è stata generalmente meno marcata rispetto agli altri paesi europei, ma nell’ultimo paio di anni si sono registrati comunque dei risultati soddisfacenti. Nel nostro paese, infatti, la componente di acquisti a uso investimenti si è dimostrata piuttosto stabile negli ultimi due anni, con l’ultima rilevazione che si è attestata intorno al 23,4%, con una particolare crescita registrata proprio a Milano (27,4%).

Nonostante il numero delle compravendite sia significativo, il valore delle case è comunque in discesa. Dal lato della vendita, dal 2013 si assiste a un continuo diminuire del valore delle case, anche se nel 2017-2018 si è registrato un ritmo di decrescita più contenuto. Gli affitti, invece, raccontano una storia decisamente differente, con un forte recupero dal 2014 a oggi e un’accelerazione decisa durante l’anno che si sta per concludere. Interessante notare, quindi, che dal 2015 affitti e vendite hanno preso strade diverse: dove gli affitti sono nel tempo andati crescendo, il valore delle case in vendita è in generale diminuito.

Dal 2007 a oggi, il mercato immobiliare italiano ha subito una perdita di valore di circa il 38%, ma, come si è detto, la ripresa è ormai in atto e si sta consolidando anche negli ultimi mesi del 2019.

In cosa si differenzia Milano dal resto d’Italia?

Mentre in Italia, quindi, i valori delle case non crescono, ma diminuiscono o comunque rimangono stabili, Milano rappresenta un’oasi felice per il mercato immobiliare, con un risveglio dei prezzi che riporta i valori alla situazione del 2013 e con previsioni di crescita che nell’ultimo trimestre dell’anno potranno raggiungere nuovi picchi - e lo stesso varrà per il settore degli affitti.

Come dimostrato da un’inchiesta di Idealista, le richieste di immobili a Milano sono salite vertiginosamente negli ultimi sei anni, capitalizzando la ripresa della città degli ultimi anni, iniziata con Expo 2015. Dove il resto d’Italia fatica a lasciarsi completamente la crisi alle spalle, Milano ha ripreso ad avere un ottimo passo, specialmente se si vuole considerare l’andamento dei valori immobiliari come un indicatore dello stato di salute dell’economia del Paese.

Se vuoi comprare casa in città, puoi consultare le nostre proposte di case in vendita a Milano. Se, invece, ti interessa vendere, puoi far valutare gratuitamente il tuo immobile a Milano.

Condividi questa notizia:

Vuoi vendere al miglior prezzo?