Voltura catastale: tutto quello che c'è da sapere

Aggiornata il 08/07/2021da Redazione

La voltura catastale è la pratica che permette di comunicare all’Agenzia delle Entrate il trasferimento di proprietà di un immobile o di un diritto reale fra due soggetti.

Vediamo insieme le modalità per compilare in modo corretto la voltura catastale.

Dove.it è un'agenzia immobiliare online che si affida alla tecnologia e ai migliori agenti sul territorio per garantire ai propri clienti una corretta valutazione immobile e per vendere casa online al miglior prezzo e nel minor tempo possibile. Semplificando i processi è in grado di offrire un servizio a ZERO commissioni per chi vende mantenendo al centro della sua offerta la relazione umana tra clienti e agenti tramite le sue agenzie immobiliari sul territorio.

Che cos’è la voltura catastale

La voltura catastale è la domanda con cui si comunica all’Agenzia delle Entrate che il titolare di un diritto reale su un immobile è cambiato. Il cambiamento di proprietà può avvenire in seguito ad un passaggio di proprietà di un’abitazione, il trasferimento di un usufrutto o nel caso vi sia una successione ereditaria.

La voltura permette inoltre l’aggiornamento delle intestazioni catastali e di adeguare le relative situazioni patrimoniali dei contribuenti.

I soggetti che possono presentare la domanda di voltura catastale sono:

  • i notai nel caso di atti gestiti direttamente da loro (rogati, ricevuti o autenticati);
  • i privati per successioni ereditarie o riunioni di usufrutto;
  • i cancellieri giudiziari per sentenze giudiziali;
  • i segretari dediti alla stipula di atti per le amministrazioni pubbliche.

Nel caso che più persone abbiano l’obbligo di presentare una domanda, basterà che un singolo soggetto si occupi di inviarla.

Le tipologie di volture catastali sono:

  • di afflusso che si richiede per il passaggio di proprietà di terreni o fabbricati e deve essere allegato l’atto come la compravendita o il certificato di morte;
  • di preallineamento nel caso sia stato presentato in modo corretto, ma non sia stato inserito nella banca dati catastale;
  • di recupero di voltura automatica per integrazione di intestazioni.
Sai quanto vale la tua casa?
Ottieni una valutazione gratuita e immediata dai nostri esperti

L’invio della voltura

La domanda di voltura catastale può essere presentata online o tramite raccomandata con allegato un modulo cartaceo. Una volta che viene compilata con un software, i documenti sono trasmessi in modo telematico agli uffici dell’Agenzia del territorio.

Le domande possono riguardare solo immobili censiti al Catasto fabbricati o terreni. Alla domanda è consigliabile allegare tutti i documenti riguardanti l’operazione come atti giudiziali o amministrativi.

Nel caso di successione ereditarie registrate presso l’Agenzia delle Entrate, il contribuente entro 30 giorni deve presentare la voltura all’ufficio provinciale.

Nel caso di modulo cartaceo è necessario apporre le marche da bollo, allegare le fotocopie dei documenti d’identità, la busta affrancata e il relativo recapito per eventuali comunicazioni. La voltura può essere inviata anche da un altro soggetto incaricato tramite delega scritta.

I documenti richiesti per presentare una voltura catastale

I documenti richiesti per presentare una voltura catastale sono:

  • la delega del soggetto titolare per la richiesta di voltura;
  • i dati anagrafici e relativi documenti dei proprietari del diritto reale;
  • i dati catastali degli immobili

I passaggi fondamentali da tenere a mente sono:

  • l’immobile deve essere indicato nella domanda di voltura con relativi identificativi catastali;
  • prima della dichiarazione di successione è bene verificare le variazioni catastali precedenti;
  • è necessario presentare una dichiarazione sostitutiva di atto notorio nel caso in cui l’immobile non sia intestato al catasto;
  • l’Agenzia delle Entrate esegue le verifiche e nel caso emana delle rettifiche d’ufficio con un atto di accertamento.

Quanto costa la voltura catastale?

Il costo di una voltura catastale si divide nei seguenti costi:

  • 55 euro per il tributo speciale catastale;
  • 16 euro di imposta di bollo ogni 4 pagine presentate.

Il pagamento può essere effettuato presso gli sportelli o apponendo le apposite marche da bollo. Il versamento può essere effettuato anche tramite modello F24.

Vuoi vendere casa?
Dove.it vende la tua casa al miglior prezzo, in poche settimane e a ZERO COMMISSIONI

Condividi questa guida:

Vuoi sapere quanto vale la tua casa?