Quanto sono disposti a pagare per una casa gli italiani?

Pubblicata il 20/03/2020
spesa acquisto casa

Quando si tratta di comprare casa, uno degli elementi più importanti da decidere è quanto è il budget a disposizione per effettuare questo importante acquisto. A seconda della cifra che si ha a disposizione, cambia anche la tipologia di immobili a cui si può avere accesso, in base a condizioni dell’immobile, dimensioni, zona e così via.

Partendo da questo presupposto, qual è la cifra che in media gli italiani spendono per comprare casa e che ritengono essere più giusta investire per un simile acquisto? Un recente studio, analizzando la disponibilità di spesa per l’acquisto della casa a gennaio 2020, ha esplicitato degli interessanti dati che rispondono a questa domanda.

Vuoi vendere casa?
Con Dove.it vendi la tua casa a
ZERO COMMISSIONI

I dati in generale

Analizzando quello che è stato il trend di spesa nel primo mese del 2020, è stato osservando come la fascia di disponibilità di spesa scelta dalla maggior parte dei cittadini è quella più bassa, che si attesta a una cifra che può arrivare al massimo ai 119.000 euro. A questa fascia fanno infatti riferimento oltre il 26% delle richieste pervenute alle agenzie immobiliari. A seguire, con il 23,8% delle richieste, si colloca la fascia che va dai 120.000 ai 169.000 euro. Con il 22,2% si trova poi il range di prezzo compreso tra i 170.000 e i 249.000 euro.

Il restante 25% circa del totale degli acquirenti si colloca poi nelle fasce più alte di disponibilità, rappresentando comunque una minoranza e dimostrando come le possibilità e le volontà di spesa degli italiani per quel che riguarda l’acquisto di una casa si collochino soprattutto nel range medio-basso.

L'andamento nelle grandi città

Lo studio ha un focus anche sulle specifiche di alcune grandi città italiane. In particolare, le città analizzate e i risultati che ne sono derivati sono i seguenti:

  • a Roma e Milano la maggior parte delle richieste riguarda immobili che hanno un valore compreso tra i 250.000 e i 349.000 euro, che valgono rispettivamente il 24,1% e il 24,2% del totale delle transazioni immobiliari nelle due città. A Milano si registra inoltre un aumento della percentuale di persone che è disposta a spendere oltre 250.000 euro per acquistare un immobile: negli ultimi sei mesi si è passati dal 50,8% al 54,2%

  • a Bologna incide soprattutto la fascia di spesa compresa fra i 120.000 e i 169.000 euro, che occupa il 29,1% del totale

  • nelle altre grandi città, fra cui Genova, Torino e Verona, la disponibilità si concentra in primo luogo nella fascia di spesa inferiore ai 120.000, seguita poi a distanza da percentuali più basse disposte a spendere una cifra superiore

Condividi questa notizia:

Vuoi vendere al miglior prezzo?