Nel 2019 aumenta la domanda di immobili

Pubblicata il 23/12/2019

Secondo una recente analisi sul mercato immobiliare italiano è emerso che la domanda di case è cresciuta in modo significativo, superando quella dell’offerta. In particolare, nel 2019 la domanda è aumentata del +5,9%, contestualmente a un aumento dei valori degli immobili, mentre l’offerta si dimostra in tutte le maggiori città più debole rispetto alla domanda, con un +0,7%, questo anche perché in Italia l’offerta delle nuove abitazioni rappresenta meno del 10% del totale presente sul mercato.

Vuoi vendere casa?
Con Dove.it vendi la tua casa a
ZERO COMMISSIONI

Crescono le compravendite

Secondo i dati emessi dall’Agenzia delle Entrate, l’andamento del mercato immobiliare residenziale nelle otto principali città metropolitane italiane alla fine del 2019 è molto positivo, con una crescita delle compravendite che ha segnato un rialzo del 5,8% nel terzo trimestre, sia per quel che riguarda il nuovo che per le abitazioni già presenti sul territorio. Il mercato si dimostra vivace, con un aumento del numero di persone che sono state interessate da processi di compravendita rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

L’offerta fa fatica a stare al passo

Il rovescio della medaglia di un dato così positivo è però che l’offerta fatica ad adeguarsi alla domanda, dimostrandosi quindi spesso poco competitiva rispetto alla grande richiesta di immobili, specialmente nelle grandi città metropolitane. In particolare, il mercato italiano si dimostra in difficoltà per quel che riguarda le nuove abitazioni, che rappresentano solo il 9,8% dell’offerta totale del mercato residenziale. A registrare un trend inverso rispetto al resto d’Italia è come sempre Milano, il cui andamento anche per quel che riguarda il nuovo vede un’offerta maggiore rispetto alle altre realtà, con una proposta del 17,3% sul totale. Valori simili si registrano anche a Roma (16,8%), a cui seguono Torino (11,7%), Bologna (10,2%), Palermo (6,8%), Firenze (6,5%), Napoli (5,5%) e Genova (3,6%).

In generale, comunque, si dimostra quindi evidente che l’offerta attualmente presente sul mercato italiano sia ancora deficitaria rispetto allo stock totale delle abitazioni che sono al momento in vendita, ovvero oltre un milione di immobili.

Le prospettive per il futuro

Le previsioni per il futuro continuano a essere positive, con una prospettiva di crescita del numero di compravendite e della domanda degli immobili, sia per il mercato in generale che per quello delle nuove residenze.

In particolare, si segnala la tendenza da parte dei venditori e degli acquirenti di prestare attenzione alle tematiche legate alla sostenibilità ambientale degli immobili, con un occhio di riguardo al risparmio energetico e alla tecnologia digitale. Aumenta anche l’attenzione per le soluzioni abitative con ampio grado di personalizzazione e con spazi comuni da condividere con i condomini, fra cui soprattutto aree giochi per bambini, sale da utilizzare per riunioni e incontri e aree fitness

Condividi questa notizia:

Vuoi vendere al miglior prezzo?